Tonsillite Viterbo

Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute dei bambini. In questo caso stiamo parlando della tonsillite, una delle patologia piu' comuni nei bambini, la tonsillite e' un'infiammazione delle tonsille che sono delle ghiandole presenti nella gola. Leggi l'approfondimento di www.guidagenitori.it e consulta la lista di specialisti a Viterbo.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Studio Dentistico Marco Dr. Mattioni
(076) 125-1022
v. Cardarelli 6
Viterbo

Informazione fornita da
Villa Noemi Srl
0761 354420 0761 253743
str. Tuscanese 51/h
Viterbo

Informazione fornita da
Roberto Albani
068413283
Via Livenza 6
Roma
Specializzazione
Pediatra

Informazione fornita da
Stefania Bucher
03737036311
Roma
Specializzazione
Chirurgo plastico
Struttura
Istituto San Gallicano

Informazione fornita da
Franco Di Silverio
064461959
Roma
Specializzazione
Urologo
Struttura
Universit1a Sapienza Di Roma

Informazione fornita da
Centro Centro Polispecialistico Giovanni Paolo I Srl
(076) 130-4260
v. Garbini 25
Viterbo

Informazione fornita da
Giulio Seganti
Roma
Specializzazione
Pediatra
Struttura
Ospedale Bambino Ges1u

Informazione fornita da
Emanuele Romagna Manoja
063290834
V. Degli Orti Della Farnesina 151
Roma
Specializzazione
Medico di base

Informazione fornita da
Nati Giulio
Via Schiapparelli
Roma
Specializzazione
Endocrinologo

Informazione fornita da
Michele Gallucci
(062) 254-1521
Roma
Specializzazione
Urologo
Struttura
Istituto Dei Tumori Regina Elena

Informazione fornita da
Informazione fornita da

Tonsille: intervento sì, intervento no

Pubblicato Mercoledì, 16 Marzo 2011 12:50 Scritto da La redazione

Tonsille: intervento sì, intervento no

Un tempo venivano tolte di routine, oggi si fa di tutto per conservarla. Le tonsille sono il primo baluardo difensivo dell’organismo, perché attivano il sistema immunitario.

Una volta non c’erano dubbi: quando le tonsille si ammalavano, andavano tolte. Oggi, invece, pediatri e otorini pediatrici cercano di intervenire solo se è realmente indispensabile, quando il disturbo si ripete almeno sei volte in un anno e quindi è tale da incidere sul benessere di un bambino. Negli altri casi, si cerca di tenere sotto controllo il problema. Perché, a tutti gli effetti, le tonsille sono le sentinelle del nostro benessere.

Le tonsille, sentinelle dell’organismo
Le tonsille sono due organi linfatici, di forma simile a quella di una mandorla, poste ai lati della gola. Hanno la funzione di difendere l’organismo dai germi che possono entrare dalla bocca: la reazione infiammatoria fa sì che l’organismo produca anticorpi, le sostanze in grado di neutralizzare virus e batteri. Questa attività è intensa soprattutto nei primi dieci anni di vita di una persona, per diminuire gradualmente nel tempo. Per questo motivo i bambini, che hanno un sistema immunitario in via di formazione, sono spesso soggetti ad ammalarsi di tonsillite. Quando le tonsille si infiammano, danno luogo a due tipi di infezioni: le tonsilliti acute, più fastidiose ma di durata limitata e le tonsilliti croniche, più complesse e prolungate nel tempo. Sono le tonsilliti croniche a rendere spesso necessario l’intervento chirurgico.

Quando si infiammano
La tonsillite può essere provocata da virus o da batteri. I virus che irritano le tonsille sono gli stessi colpiscono le vie respiratorie, responsabili dell’influenza e del raffreddore. La gola del piccolo si arrossa, le tonsille si gonfiano e compare qualche linea di febbre. La cura è a base di farmaci antidolorifici e antipiretici che riducono i sintomi e la febbre. Le infiammazioni da batteri sono invece causate spesso dallo streptococco beta-emolitico, un batterio molto diffuso, che pare sia presente in modo asintomatico in circa un terzo dei bambini. Quando l’organismo del piccolo è un po’ affaticato o presenta già infezioni in corso alle vie respiratorie, lo streptococco si moltiplica dando luogo ad una forma di infezione con febbre alta (fino a 39-40°), alito cattivo, difficoltà a deglutire e senso di gonfiore al tatto. In gola, inoltre, compaiono placche biancastre. In questo caso, il pediatra prescrive un farmaco antibiotico mirato ad attaccare in modo selettivo il batterio responsabile del disturbo e un antipiretico per controllare la febbre.

Quando la forma è cronica
Non sempre il medico riesce a distinguere a vista la tonsillite da un banale mal di gola: è allora opportuno ricorrere ad un esame specifico, il tampone faringeo. L’esame consiste nel prelevare una piccola quantità di secrezione della gola con un apposito bastoncino rivestito di cotone st...

Clicca qui per leggere il resto dell' articolo su Guida Genitori