Rinosinusite Viterbo

Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute dei bambini. In questo caso stiamo parlando di rinosinusite che e' una comune e molto fastidiosa infiammazione delle cavita' paranasali. Leggi l'approfondimento di www.guidagenitori.it e consulta la lista di specialisti a Viterbo.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Villa Noemi Srl
0761 354420 0761 253743
str. Tuscanese 51/h
Viterbo

Informazione fornita da
Studio Dentistico Marco Dr. Mattioni
(076) 125-1022
v. Cardarelli 6
Viterbo

Informazione fornita da
Roberto Albani
068413283
Via Livenza 6
Roma
Specializzazione
Pediatra

Informazione fornita da
Andrea Seganti
063217941
Lungotevere Flaminio 36
Roma
Specializzazione
Psichiatra
Struttura
Fondazione Pensiero E Linguaggio

Informazione fornita da
Michele Gallucci
(062) 254-1521
Roma
Specializzazione
Urologo
Struttura
Istituto Dei Tumori Regina Elena

Informazione fornita da
Centro Centro Polispecialistico Giovanni Paolo I Srl
(076) 130-4260
v. Garbini 25
Viterbo

Informazione fornita da
Giulio Seganti
Roma
Specializzazione
Pediatra
Struttura
Ospedale Bambino Ges1u

Informazione fornita da
Petre Mihai Baleanu
068414354
Via Brenta 5 A
Roma
Specializzazione
Ortopedico
Struttura
Foot Medical Hospital

Informazione fornita da
Stefania Bucher
03737036311
Roma
Specializzazione
Chirurgo plastico
Struttura
Istituto San Gallicano

Informazione fornita da
Filippo Peris
Roma
Specializzazione
Urologo
Struttura
Fatebenefratelli - Isola Tiberina

Informazione fornita da
Informazione fornita da

Le rinosinusiti

Pubblicato Lunedì, 21 Maggio 2007 12:00 Scritto da La redazione

Così si chiamano le fastidiose infiammazioni delle cavità paranasali: le cause, i rischi, la terapia

I seni paranasali sono delle cavità, piene di aria, ricavate all’interno delle ossa della testa, quest’ultime danno il nome agli stessi seni paranasali: seni etmoidali (osso etmoidale), seni frontali (osso frontale), seni mascellari (osso mascellare) e seno sferoidale (osso sfenoide). Le loro funzioni sono: ridurre il peso del cranio, aumentare la sua resistenza, arricchire di risonanza la voce. Queste cavità sono in comunicazione con il naso attraverso dei piccoli condotti detti osti. Alla nascita sono presenti solo due seni paranasali: etmoidali e mascellari. Gli altri si sviluppano nel corso dei primi 6 anni di vita. La loro evoluzione procede molto lentamente e si può considerare conclusa solo al termine dello sviluppo puberale.

Perché si infiammano
L’infiammazione di una o più cavità paranasali è chiamata sinusite. Alla base di ogni forma sinusitica vi è l’ostruzione dell’ostio corrispondente che quasi sempre è causata da infiammazione del naso. Pertanto si ritiene più corretto parlare di rinosinusite. L’ostruzione dell’ostio provoca un ciclo patologico autoalimentatesi, favorito dal ristagno delle secrezioni, dal danneggiamento dell’epitelio, dalla variazione dell’acidità e dalla l’aggressività della flora batterica. Si può arrestare questo ciclo solo rimuovendo il blocco dell’ostio.
Diverse sono le cause della sinusite: adenoiditi ricorrenti, riniti allergiche, asma bronchiale, deficit anticorpali.
La presenza di adenoidi non è essenziale per il verificarsi di sinusiti. Solo i bambini con un marcato incremento di germi patogeni nelle adenoidi, a prescindere dal loro volume, quindi affetti da adenoidite, presentano segni di sinusite.
Nella rinite allergica la mucosa nasale si presenta gonfia con ipersecrezione mucosa e conseguente riduzione dell’ostio dei seni paranasali che risultano quindi predisposti all’evento sinusitico.
La sinusite si manifesta più frequentemente in bambini affetti da asma bronchiale. Il 90% dei bambini affetti da asma hanno una storia di sinusite. E’ noto che i bambini trattati chirurgicamente per sinusite spesso guariscono o migliorano dall’asma.
Tra i deficit anticorpali alcuni sono di particolare interesse in quanto transitori, altri invece, possono essere considerati dei veri e propri “buchi” del sistema immunitario: il piccolo paziente non reagisce solo verso un numero isolato di agenti patogeni. Nel caso, quindi, di sinusiti ricorrenti in assenza di evidenti condizioni predisponenti, è doveroso eseguire uno studio immunitario del piccolo paziente.

La diagnosi
La diagnosi di patologia sinusitica in età pediatrica deve essere fatta tramite un’accurata anamnesi ed un attento esame specialistico. In particolare ha molta importanza ...

Clicca qui per leggere il resto dell' articolo su Guida Genitori